materasso antiacaro

Secondo una recente stima della FederAsma, il 20% della popolazione italiana soffre di allergie respiratorie alla polvere. I principali responsabili di questo disturbo sono gli acari, minuscoli parassiti, invisibili a occhio nudo, presenti nella maggior parte delle abitazioni.

Il loro habitat naturale sono gli ambienti caldi e umidi e si nutrono di polvere e forfora umana. I luoghi dove si annidano più di frequente quindi sono i tappeti, i divani ma soprattutto i materassi.

Il problema è che mentre è facile detergere e igienizzare i primi, pulire il materasso risulta scomodo ma soprattutto quasi impossibile perché questi minuscoli insetti si annidano proprio all’interno. Cosa fare in questo caso? La soluzione più efficace, comoda e conveniente è acquistare un buon materasso antiacaro.

Materasso antiacaro: cosa vuol dire?

Naso chiuso, irritazioni cutanee, starnuti e prurito agli occhi: i sintomi dell’allergia agli acari sono inequivocabili. Quante volte questi piccoli disturbi turbano il vostro sonno, costringendovi a continui risvegli? La camera da letto è il luogo dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo.

Ed è proprio in questo ambiente che, durante la notte, si viene a creare un microclima favorevole alla proliferazione dei piccoli parassiti. L’umidità, la ventilazione insufficiente unite a piccoli residui di forfora e pelle umana, rappresentano l’habitat e il “pasto” ideale dell’acaro.

Il materasso in particolare trattiene una notevole quantità di cellule morte, un vero e proprio banchetto per gli acari che possono proliferare indisturbati.È stato stimato che un solo letto può arrivare a contenerne più di 10.000!

Un buon materasso antiacaro impedisce agli acari della polvere di penetrare nella superficie e di depositarsi all’interno, prevenendo in questo modo i sintomi allergici. Questi supporti sono normalmente dotati di una tecnologia capace di rendere il rivestimento antibatterico, un accorgimento che contribuisce a mantenere a lungo il materasso pulito e igienizzato.

La loro funzione quindi è quella di ridurre al minimo il contatto con gli allergeni garantendo quindi un riposo notturno sano e confortevole. Perfetti per tutta la famiglia, sono indicati soprattutto per il benessere dei più piccoli. Secondo un recente studio pubblicato su WebMd, utilizzare un ottimo materasso antiacaro diminuirebbe gli episodi di asma nei bambini allergici alla polvere.

È importante non confondere il concetto di anallergico con quello di antiacaro. Non esiste nessuna sostanza in grado di eliminare completamente una reazione allergica in quanto proprio le allergie sono legate a un fattore fondamentale ovvero l’ipersensibilità che può verificarsi in qualsiasi individuo.

Questo vuol dire che la risposta allergica a una determinata sostanza è individuale e può variare quindi da persona a persona. Sotto questa ottica, il materasso antiacaro è un supporto in grado di ridurre al minimo la possibilità di una reazione allergica.

Come deve essere un buon materasso antiacaro?

La prima caratteristica che deve possedere un buon materasso antiacaro è la capacità di favorire il ricambio termo-igrometrico. Semplificando, questo supporto deve garantire un’ottima traspirabilità, condizione essenziale per disperdere nell’ambiente l’umidità in eccesso.

Il surriscaldamento durante il sonno può essere fonte di disagio, e questo è particolarmente vero per chi soffre di allergie. Se un materasso diventa eccessivamente caldo, c’è una maggiore possibilità che sudore e umidità si accumulino al suo interni, favorendo lo sviluppo di muffe e quindi di allergie.

Fate attenzione anche al materiale con cui è realizzato il materasso antiacaro. Un buon rivestimento traspirante come il cotone assorbe e disperde il calore e l’umidità, favorisce la termoregolazione ed evita la formazione di un eccessivo calore. In particolare, la presenza di elementi in lattice schiumato all’interno dei materassi antiacaro ostacola la formazione degli acari perché favorisce l’evaporazione dell’aria calda.

Materassi anallergici: quali sono?

Come abbiamo avuto modo di sottolineare, non esiste una protezione efficace al 100% contro gli acari. Tuttavia esistono dei materassi antiacaro realizzati in materiali che riducono al minimo il rischio di venire a contatto con i piccoli parassiti. Vediamoli nel dettaglio:

Materasso antiacaro al poliuretano espanso

Da un punto di vista strettamente tecnico, il poliuretano espanso è un materiale rigido ma leggero al tempo stesso, costituito da una miscela a base di sostanze come detergenti, acqua, isocianato, coloranti e poliolo.

È proprio questo mix a garantire la presenza di un’efficace barriera antiacaro che impedisce la proliferazione dei parassiti e garantisce le migliori prestazioni in termini di conducibilità termica. La sua durata è, all’incirca, di 10 anni.

Materasso antiacaro in lattice

Il lattice è un materiale parzialmente naturale e questa caratteristica rappresenta già di per sé un ottimo deterrente per i parassiti che notoriamente prediligono gli ambienti naturali. La lavorazione tipica di questi materassi inoltre li rende areati e traspiranti, una caratteristica che ostacola la formazione dei parassiti. Questi materassi antiacaro durano all’incirca 8 anni.

Materasso in memory foam

Abbiamo lasciato per ultimo il miglior materasso antiacaro ovvero quello realizzato in memory foam. Il motivo lo abbiamo anticipato nel paragrafo precedente: gli acari preferiscono tutto ciò che è naturale e non chimico.

Tecnicamente, il memory foam è una schiuma poliuretanica composta da una serie di sostanze come l’isocianato, addizionate con una schiuma che contribuisce a rendere questo materiale resistente ma flessibile.

Il reagente di queste operazioni, che assicurano un buon grado di vischiosità, è semplicemente l’acqua, un dettaglio che conferma l’assoluta assenza di sostanze chimiche e tossiche per l’uomo e l’ambiente.Il risultato della lavorazione del memory foam regala un materasso antiacaro traspirante, leggero e naturalmente areato. Dura all’incirca 10/15 anni.

Conclusioni

In conclusione, un buon materasso antiacaro può ridurre la reazione allergica agli acari della polvere. Fate attenzione però: per ottenere il massimo risultato è necessario acquistare materassi di ottima qualità, certificati e realizzati con cura. Il nostro consiglio quindi è quello di affidarvi a rivenditori seri e qualificati come Ciscidda (Materassi Roma Centro).

Venite a trovarci per toccare con mano la qualità dei nostri prodotti, vi aspettiamo nel nostro punto vendita a due passi da Largo Torre Argentina, in pieno centro storico a Roma.

22 Ottobre 2022 | Categoria: Materassi | scritto da:

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci in quale posizione dormi e ti diremo quale materasso scegliere

C’è chi ama quella fetale, leggermente raccolta, chi invece adora sprofondare tra le braccia di…

17 Novembre 2021 - Materassi

Quanto costa un buon materasso a molle insacchettate

I materassi a molle insacchettate hanno rivoluzionato il concetto stesso del tradizionale materasso a molle,…

30 Agosto 2021 - Materassi

Come deve essere un buon materasso

Come deve essere un buon materasso? Vuoi acquistare un nuovo materasso ma non sai da…

2 Agosto 2021 - Materassi

© 2022 materassiromacentro.it - Ciscidda Maria Grazia | Via dei Falegnami, 16 - 00186 Roma | P.IVA: 00613380583 | C.F. CSCMGR41E48H501E

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy